Prestazioni sanitarie, chiuse le indagini contro tre funzionari Asp di Cosenza

Pubblicato: 22 febbraio 2013 in Calabria
Tag:, , ,

Indagati per abuso d’ufficio e falsità materiale e ideologica l’ex direttore generale dell’ASP Petramala Franco Lucio, l’ex direttore sanitario Scalzo Antonio e Di Donato Anna ex funzionario della stessa Asp.

E’ stato notificato dalla Guardia di Finanza un avviso di conclusione indagini preliminari nei confronti di Franco Lucio Petramala ex Direttore Generale dell’ASP di Cosenza; Antonio Scalzo ex Direttore Sanitario dell’ASP di Cosenza; Anna Di Donato ex funzionario dell’ASP di Cosenza. Il Comando Provinciale della Guardia di finanza di Cosenza, infatti , aveva da tempo avviato, nell’ambito dell’attivita’ di contrasto per la tutela della spesa locale e nazionale nel comparto sanita’ pubblica, su delega della Procura della Repubblica di Cosenza, una complessa indagine su più linee investigative finalizzata al riscontro di ipotesi delittuose riconducibili all’operato di funzionari pubblici appartenenti all’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza. Gli approfondimenti investigativi forniti dal Nucleo PT di Cosenza, nonché le risultanze dell’operato di consulenti tecnici all’uopo nominati dalla Procura della Repubblica di Cosenza, hanno consentito di accertare irregolarità poste in essere dall’ex Direttore Generale dell’ASP Petramala Franco Lucio, dall’ex Direttore Sanitario Scalzo Antonio e da un terzo funzionario. Le irregolarità riscontrate sono state poste in essere in sede di rivisitazione delle prestazioni sanitarie, effettuate da case di cura accreditate negli anni 2008 e 2009 e contestate dai competenti uffici di controllo della medesima azienda sanitaria provinciale, nell’ambito dell’attività di verifica dell’appropriatezza delle schede di dimissione ospedaliera. Di fatto, in sede di rivisitazione delle predette prestazioni, come già detto, contestate dagli uffici U.O.C. Spedalità di Cosenza, gli indagati hanno ridotto quanto contestato di oltre il 50 % a tutto vantaggio delle case di cura, alcune delle quali operanti nella città di Cosenza, che si sono viste riconoscere prestazioni in un primo momento contestate e dichiarate non appropriate. Per l’anno 2008, il valore delle contestazioni operate, pari ad euro 591.653,87 è stato ridotto, a seguito dell’attività di rivisitazione, ad euro 30.015,42, annullando pressocchè integralmente tutto quanto ritenuto non appropriato dall’unità operativa complessa dell’A.S.P. di Cosenza. E’ stato accertato che tale condotta ha consentito alle case di cura private accreditate di conseguire illegittimamente, per gli anni 2008 e 2009, oltre 2 mln di euro. Inoltre, è stato riscontrato che l’ex Direttore Sanitario, Antonio Scalzo, formulava istanza alla Direzione Generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza per essere collocato in aspettativa per motivi di famiglia, per poi comunicare, qualche mese dopo, la cessazione di tali motivi, dichiarando il tutto falsamente, in quanto l’allontanamento dal servizio presso l’A.S.P. di Cosenza era in realtà legata all’assunzione dell’incarico di Direttore Sanitario presso un centro di riabilitazione operante nell’hinterland cosentino. A conclusione di tali intricate indagini, è stato notificato dai militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Cosenza provvedimento di avviso della conclusione delle indagini preliminari – art.415 bis c.p.p. – emesso dal Procuratore Aggiunto della locale Procura della Repubblica, dr. Domenico Airoma, per i reati di abuso d’ufficio, falsità materiale ed ideologica, nei confronti dei 03 soggetti indagati. L’attività espletata testimonia il costante impegno della Guardia di Finanza nell’ambito della missione di polizia economico finanziaria a tutela della spesa pubblica locale e nazionale.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...