I carabinieri del Comando provinciale di Crotone, su indagine condotta dalla Procura distrettuale antimafia di Catanzaro, ritengono di aver fatto luce sugli omicidi di Vincenzo Manfreda e Valentino Vona

I carabinieri del Comando provinciale di Crotone, su indagine condotta dalla Procura distrettuale antimafia di Catanzaro, hanno tratto in arresto 5 persone a Petilia Policastro, ritenuti a vario titolo responsabili degli ultimi gravi fatti di sangue avvenuti nei mesi scorsi. Ai fermati sono contestati i reati di omicidio, tentato omicidio e porto di armi con l’aggravante delle modalità mafiose. Secondo gli investigatori nel Petilino è in corso una sanguinosa guerra tra le ndrine locali per il controllo del territorio. A questa guerra di ndrangheta sarebbero riconducibili sia l’omicidio di Vincenzo Manfreda, freddato da 3 colpi di fucile caricato a pallettoni il 24 marzo scorso, sia l’omicidio di Valentino Vona e tentato omicidio del fratello Giuseppe, avvenuto il 21 aprile tra i boschi di Petilia Policastro. Gli inquirenti ritengono che l’omicidio Vona sia scaturito in risposta all’assassinio di Vincenzo Manfreda, ritenuto il boss reggente la cosca locale. Gli arrestati progettavano altri omicidi da compiere anche in luoghi pubblici ed in pieno giorno, per questo l’urgenza della misura cautelare in carcere. I nomi saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa programmata per le ore 10,15 presso il Comando provinciale dei Carabinieri. Leggi Tutto : Faida di Petilia Policastro, arrestate 5 persone

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...