Rapina gioielliere Colosimo, fermato il presunto autista della banda

Pubblicato: 17 giugno 2012 in Crotone
Tag:, , , ,

La polizia di Crotone ha fermato il 42 enne Antonio Musacchio rienuto l’autista della banda di rapinatori che hanno trafugato 40 kg di preziosi e ridotto in fin di vita il commerciante

La polizia di Crotone ha tratto in arresto un 42 enne ritenuto l’autista dei due banditi che nella giornata di ieri 16 giugno, fingendosi finanzieri, hanno rapinato un commerciante di gioielli riducendolo in fin di vita. Antonio Musacchio è stato fermato dagli uomini della squadra Mobile di Crotone in quanto proprietario della Opel Corsa nera che sarebbe stata utilizzata dalla banda per condurre la rapina. L’individuazione di Musacchio è stata possibile grazie alla testimonianza di un uomo che avrebbe visto un uomo alla guida della Opel Corsa nera attendere in auto i 2 finti finanzieri, che con alcuni borsoni in mano sarebbero saliti a bordo per ripartire a gran velocità. Incuriosito dalla scena il testimone avrebbe segnato il numero di targa dell’auto, comunicandolo alla polizia solo dopo aver saputo della rapina ai danni del commerciante di gioielli. La circostanza è stata confermata dalle riprese effettuate dalle telecamere di sorveglianza. Secondo quanto appreso dalle indagini della squadra Mobile al momento della rapina, all’interno degli uffici del commerciante, ubicato in un condominio di Corso Mazzini, si trovavano altre persone : un dipendente e due rappresentanti di gioielli. Al suono del campanello il dipendente ha aperto la porta ai finti finanzieri, che una volta dentro hanno tirato fuori le pistole intimando ai presenti di stendersi a terra. Dopo aver malmenato brutalmente il commerciante Luciano Colosimo, i malviventi si sono appropriati di metalli preziosi, compresi i campionari dei due rappresentanti, e sono scappati. Il bottino si aggira intorno al milione di euro. Il commerciante è stato picchiato brutalmente e colpito alla testa con il calcio di una pistola, che gli ha procurato un grave trauma cranico-facciale. Condotto subito dopo la rapina all’ospedale San Giovanni di Dio di Crotone, l’uomo, Luciano Colosimo di 69 anni è stato indotto in coma farmacologico e poi trasferito in eliambulanza all’ospedale di Reggio Calabria, dove ancora versa in gravi condizioni. Leggi tutta la notizia : Rapina gioielliere Colosimo, arrestato il presunto autista della banda

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...